[newsletters_management]
tempimoderni.jpg

21 Febbraio 20205min

Ci eravamo lasciati, a pochi giorni dalle ultime elezioni regionali e in particolare alla luce del risultato conseguito in Emilia-Romagna, con l’impegno di rimetterci testardamente al lavoro per dare finalmente l’innesco ad un vero processo di ricomposizione del campo frammentato della sinistra.

Non è più sostenibile inventarsi un simbolo ogni sei mesi, presentarsi alle elezioni con cartelli elettorali che poi si sfaldano un minuto dopo il voto.
E’ una questione che consideriamo non più rinviabile e rispetto alla quale si gioca, in via definitiva, tutta la nostra credibilità.

Anche per questo abbiamo accettato con piacere l’invito a prendere parte alla bella assemblea di Sinistra Italiana che si è tenuta a Roma domenica scorsa e dove è intervenuto il nostro Portavoce nazionale Francesco Laforgia.

Abbiamo ribadito che per contrastare la destra reazionaria, pur dentro a uno schema di alleanze, occorre dare soggettività politica al nostro campo, senza consumarsi nell’attesa che il cambiamento che dovremmo attuare a partire da noi stessi si verifichi altrove.

Del resto, i fatti di queste ore, la nuova fuoriuscita di una deputata di LeU dal gruppo per migrare in Italia Viva, ci dimostrano una volta di più quanto sia urgente e attuale il tema di come si seleziona una classe dirigente e, insieme, di quali dovrebbero essere i vincoli, valoriali e programmatici, che giustificano il mantenimento in vita di un gruppo parlamentare che senza una visione condivisa, un’agenda politica comune, è a malapena rappresentativo dei singoli che lo compongono.

Noi alla determinazione di quell’agenda, che consideriamo uno strumento per andare oltre i nostri confini e per costruire un coordinamento di soggettività diverse che possano condividere battaglie comuni, vogliamo dare il nostro contributo.

Con questo spirito abbiamo organizzato l’evento LA VITA, IL TEMPO, IL LAVORO. Riduzione dell’orario di lavoro e questione salariale che si terrà giovedì 27 febbraio dalle 14:30, presso la Sala dell’Istituto di Santa Maria in Aquiro (ISMA), in Piazza Capranica 72, Roma.

Un’ occasione di dibattito e confronto sui temi della riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario, e dell’armonizzazione dei tempi di vita e di lavoro. Un primo passo per individuare iniziative parlamentari opportune per affrontare la sfida che arriva dai processi di innovazione tecnologica e la necessità di liberare tempo di lavoro, in favore dell’occupazione e della crescita collettiva.

Ne discuteremo con Francesco Laforgia – Senatore Leu, Commissione lavoro;   Pasquale Tridico – Presidente dell’INPS; Piergiovanni Alleva   giurista e docente di diritto del lavoro; Simone Fana – esperto di politiche del lavoro e relazioni industriali; Fausto Durante – coordinatore della Consulta delle politiche industriali e di innovazione della CGIL, Marco Grimaldi – Consigliere regionale Piemonte,  Loredana De Petris – Presidente del Gruppo Misto-LeU del Senato, Luca Pastorino – deputato LeU; Nicola Fratoianni – deputato LeU; Guglielmo Epifani – deputato LeU

Sarà presente la Ministra del Lavoro, Sen. Nunzia Catalfo.

Per partecipare è necessario iscriversi entro lunedì 24 febbraio inviando una mail a questo indirizzo:  eviva.movimentopolitico@gmail.com

Ti aspettiamo!

 



 


verdure-1280x853.jpg

21 Giugno 20194min

Serena Spinelli

Consigliera regionale

Toscana

èViva

20 Giugno 2019


Un’opportunità per la piccola agricoltura contadina toscana e per la valorizzazione del territorio e dei prodotti tipici.

Accolgo con  soddisfazione l’approvazione in Commissione Sanità del Regolamento attuativo della Legge regionale dedicata alla lavorazione, trasformazione e confezionamento di prodotti agricoli di esclusiva provenienza aziendale.  Una norma approvata  l’anno scorso, su una proposta mia e del consigliere Tommaso Fattori, e che prevedeva appunto la definizione di un Regolamento contenente i requisiti strutturali e igienico-sanitari e le procedure per la lavorazione semplificata dei prodotti agricoli.

Il Regolamento, atteso dai piccoli produttori contadini della nostra regione, permetterà ora di dare piena attuazione alla Legge, il cui obiettivo è quello di aiutare la piccola agricoltura toscana, agevolando la lavorazione completa dei prodotti  agricoli e la loro vendita nei mercati locali.

Adesso si potranno quindi lavorare, trasformare e confezionare i prodotti  agricoli direttamente nella propria abitazione, nei locali dell’azienda o in un apposito locale polifunzionale. Si vuole così venire incontro alle esigenze di semplificazione di tante piccole realtà locali, che potranno avere maggiori possibilità di accesso al mercato locale.

I prodotti agricoli, solo di provenienza aziendale, potranno infatti essere destinati alla degustazione presso l’azienda o alla vendita diretta al consumatore nel mercato locale, ovvero nella provincia in cui si trova l’azienda e nelle province confinanti. Si favoriscono così anche le Amministrazioni comunali attive in progetti di filiera corta e di valorizzazione delle produzioni tipiche.



Newsletter


Registrati per restare informato sulle attività di èViva





Aiutaci a migliorare il sito.  Contatta l’amministratore per sagnalare eventuali malfunzionamenti o per suggerire consigli e miglioramenti.