[newsletters_management]
Liberazione-Predappio-1280x853.jpg

26 Ottobre 20193min

 

25 Ottobre 2019

 

 

 

 


Liberazione di Predappio, èViva: “Riconoscere il reato di apologia del fascismo”

 

èViva Forlì parteciperà alla giornata organizzata dall’Anpi a Predappio nel pomeriggio e nella serata di domenica, per festeggiare la liberazione della città dal nazifascismo avvenuta il 28 ottobre 1944

 


 

“La riapertura della cripta di Mussolini in occasione dell’infausto anniversario della marcia su Roma e l’attenzione mediatica sull’evento sono il segno di una volontà di minimizzare, di “normalizzare” l’esaltazione del dramma del fascismo che in Italia ed in Europa ha sacrificato Libertà e Pace e per il quale il nostro territorio ha pagato un prezzo altissimo in termini di vite umane” – affermano Mattia Rossi, coordinatore èViva Forlì, e Gessica Allegni, coordinamento nazionale èViva – “Noi vogliamo  mantenere viva la coscienza civile e democratica sul tema.

Già lo scorso anno attraverso il nostro portavoce nazionale e senatore Francesco Laforgia siamo intervenuti a seguito delle vergognose manifestazioni nostalgiche, presentando una interrogazione al Ministro degli interni.

Ancora oggi continuiamo a chiedere e a pretendere che il reato di apologia del fascismo sia effettivamente riconosciuto e punito, applicando la legge, e che vengano rispettati i principi costituzionali”.

 

Laforgia-Pastorino-1280x853.jpg

12 Ottobre 20194min

 

AskaNews

Agenzia d’informazione

12 Ottobre 2019

 

 

 

 


Alleanza larga per battere le destre

 


 

 “Vogliamo contribuire a formare un’alleanza larga per battere le destre, certamente, ma anche per dare un governo alla Regione Toscana che non sia la semplice continuità con quanto si è fatto fin qui e che segni un rinnovamento vero anche nella capacità della sinistra di aprirsi ad altre realtà che si battono per i nostri stessi obiettivi.

Bene quindi il rapporto costruttivo con Comunità Civica Toscana e il dialogo aperto con i Verdi, ai quali ci accomuna l’esigenza di mettere al centro del programma di governo un nuovo modello di sviluppo.

È necessario costruire un progetto per la Toscana in grado incrociare le esperienze positive di amministratori, movimenti e associazioni e che sia in grado di costruire una coalizione ampia dei progressisti come affermato anche da Simone Siliani a nome del comitato promotore “2020 a Sinistra”. Lo hanno dichiarato i Parlamentari di Leu esponenti del movimento Politico èViva Francesco Laforgia e Luca Pastorino.

“Per questo- proseguono- come èVIVA siamo pienamente protagonisti di questo progetto, che non intende essere la stampella sinistra del Partito Democratico ma sfidare tutte le forze del nostro campo ad avanzare proposte coraggiose che non si limitino al mero tentativo di mantenere le redini del governo della regione.

Le ultime tornate elettorali ci hanno dimostrato che nulla è più scontato e che i nostri elettori non sono interessati ad operazioni di facciata o semplici operazioni di restyling del centrosinistra”.

“Dalla salute al welfare, alla mobilità e alle infrastrutture, fino alla transizione ecologica – ha concluso- tante sono le questioni su cui si gioca la possibilità di migliorare concretamente la vita dei cittadini anche rinunciando a vecchie convinzioni.

Noi ci battiamo per questo e ci saremo per questo. In Toscana, come in tutta Italia, èViva vuole essere uno strumento di ricomposizione e costruzione di un nuovo pensiero per una sinistra moderna, capace di riconquistare fiducia e credibilità”.


Brindisi2-1280x853.jpg

10 Ottobre 20195min

 

 

BrindisiCronaca.it

10 Ottobre 2019

 

 

 

 


È nata “L’Agorà della Sinistra” a Brindisi: stretto legame con l’assessore D’Errico e la Consigliere Dell’Anna

 


 

Mercoledì 9 ottobre si è costituito a Brindisi il Circolo “l’Agorà della Sinistra” che fa riferimento alla organizzazione provinciale della Sinistra Italiana. La riunione è stata molto partecipata con il contributo anche di compagne e compagni della provincia, di Leo Caroli, Responsabile della Task Force regionale per il Lavoro, Marilina Nocco della CGIL prov.le e Nico Bavaro, Segretario Regionale di Sinistra Italiana.

 

Il Circolo rappresenta la realizzazione dello stretto intreccio politico ed organizzativo degli iscritti e simpatizzanti del Movimento “èViva”, impegnato a livello nazionale nello sforzo della costruzione di una Sinistra unita, e degli iscritti e simpatizzanti di Sinistra Italiana, partito strutturato della Sinistra.

Il Circolo vuole essere un coraggioso esempio di come si possono mettere insieme le disperse forze della Sinistra ed una scommessa sulla più ampia interrelazione con  i soggetti collettivi (tra cui in primis la CGIL ed i Sindacati Confederali) ed i cittadini per rispondere alle domande che sorgono drammatiche dal tessuto urbano, dalle condizioni ambientali e dal mondo del lavoro  nonché per proporre, nel modo più ampio e partecipato, dibattito e proposte di risoluzione.

Un impegno importante che si vuole affrontare insieme alle compagne ed ai compagni di Rifondazione Comunista con cui è condivisa una lunga storia di impegno comune e la sede in Via porta Lecce 134  ma anche insieme alle forze del Centro Sinistra con cui si partecipa al governo della Città, specie con quelle con cui vi è significativa comunanza di visione sullo sviluppo di Brindisi.

Nella riunione è stato confermato il convinto appoggio e contributo al Sindaco Rossi ed alla Giunta di Centro Sinistra, come è stato confermato lo stretto legame politico con l’Assessore Cristiano D’Errico e la Consigliera Livia Dell’Anna.

Il  Circolo avvierà una prima fase di confronti sulle tematiche sociali ed ambientali di Brindisi nonché di organizzazione interna.

Per questo lavoro iniziale e facendosi forti dei quattro anni di impegno comune già sviluppato, è stata affidata ad Enzo Casone la funzione di Coordinatore, il quale continuerà ad interagire col Segretario Provinciale di Sinistra Italiana Pasquale Barba e promuoverà la più ampia partecipazione nonchè la individuazione di specifici gruppi di studio e lavoro.

I valori e la rappresentanza della Sinistra esistono; bisogna avere la forza di renderli concreti e vivi nella società moderna utilizzando forme nuove di partecipazione ed unità.

 


festa-1280x853.jpg

7 Ottobre 20195min

 

Viva Radda in Chianti

Viva Greve in Chianti

èViva – movimento politico

 

 

 

 


RADDA IN CHIANTI –  Piazza IV Novembre

Sabato 12 e Domenica 13 Ottobre

 


 

Sabato 12 e Domenica 13 Ottobre 2019, organizzata dai Comitati di Viva di Radda in Chianti e Greve in Chianti, in stretta collaborazione con èViva movimento politico, una ventata di novità nelle amene colline del Chianti.

Due giorni di incontri, dibattiti, presentazione di libri, sui temi politici, sociali, culturali del momento.

Alla manifestazione parteciperanno i parlamentari di èViva, esperti dei temi in programma, operatori sociali e religiosi, i rappresentanti delle Istituzioni locali e delle Associazioni.

Incontri conviviali, anche per conoscere e per conoscersi, per confrontare idee, storie, futuro. Perché la questione della cosiddetta sinistra sta tutta qui, nel riaggregare in nuova soggettività e  che tale sia percepita, non nei simboli o nell’ammucchiata dei simboli, ma nell’approccio  ai problemi con cui hanno a che fare tutti i giorni cittadini e cittadine, giovani studenti, precari sottopagati e sfruttati, coloro che perdono il lavoro.

Nelle condizioni date non è possibile per tutti loro guardare al futuro, programmare la loro vita, costruire una famiglia.

E’ assodato che le politiche liberiste del capitalismo controllato, della finanza libera, il privilegio della governabilità a discapito della partecipazione, hanno portato ad un dissesto economico, industriale, sociale, ambientale, in nome del profitto, dello sfruttamento delle persone e dell’ambiente. Le disuguaglianze sono arrivate ad un punto intollerabile.

Tutta l’area della cosiddetta sinistra, dal PDS, DS, PD, ed i tanti piccoli partiti che hanno cercato di raccogliere le briciole per interessi di gruppi ristretti, se non personali, hanno reso possibile l’avanzare dei partiti di destra fino ad arrivare al populista di turno, alla risurrezione della difesa dell’Italia che fu.

èVIVA deve provare a cambiare questo paradigma, partendo da cose molto semplici.

Green New Deal, partire dall’ambiente per cambiare il sistema produttivo, produrre ciò che serve, distribuire la ricchezza in modo progressivo. Chi ha di più deve pagare di più. Tutelare le persone, valorizzare la scuola, l’università e la ricerca, garantire la sanità pubblica.

Rimuovere tutte le incrostazioni che sono state frapposte nel tempo fra gli articoli della Costituzione. Rianimare, promuovere la partecipazione a tutti i livelli, togliere le disfunzioni permeate nella società in modo profondo dalla mafia, dalla corruzione, dall’evasione intollerabile, recuperare la sobrietà della politica, dei politici e dei rappresentanti delle istituzioni.

Inserire nella Costituzione il metodo proporzionale per l’elezione di tutti gli organismi istituzionali, in modo da togliere alle teste calde di turno, la tentazione di stravolgere la storia e la nostra Repubblica.      

   Programma della festa:

 



Newsletter


Registrati per restare informato sulle attività di èViva





Aiutaci a migliorare il sito.  Contatta l’amministratore per sagnalare eventuali malfunzionamenti o per suggerire consigli e miglioramenti.