Dalla questione ambientale la spinta al cambiamento

Dalla questione ambientale la spinta al cambiamento

31 Agosto 201910min
31 Agosto 201910min

èViva Campania

 

 

30 Agosto 2019

 


èViva Campania: Condividiamo la “Riflessione sulla questione ambientale” a cura del compagno Jacopo Esposito coordinatore regionale e membro del comitato nazionale di ÈViva.

 


 

I recenti fatti di cronaca in merito ai drammatici incendi scoppiati in Siberia e nella foresta Amazzonica ai quali si aggiungono, gli oltre diecimila incendi che stanno devastando il secondo polmone verde del nostro pianeta ovvero la foresta pluviale che attraversa l’Angola, lo Zambia e il sud del Congo, hanno destato l’attenzione dell’opinione pubblica sulla gravità della questione ambientale, la quale può essere paragonata come intensità, gravità e capacità di sensibilizzazione delle masse alla questione pacifista che ha caratterizzato gli inizi degli anni 70.

Proprio per queste sue caratteristiche la questione ambientale rientra fra le questioni principali del nostro secolo, la quale appunto per la sua intensità e gravità riesce a intersecare diversi aspetti della nostra vita e diverse questioni lasciate a lungo irrisolte nel nostro paese, partendo dalla questione sociale.

L’attuale crisi climatica, che stiamo oggi vivendo, è figlia di un determinato paradigma di sviluppo che mira ad uno sfruttamento intensivo dei lavoratori e delle risorse del nostro pianeta in favore del perdurare dell’arricchimento di pochi, fino ad arrivare alla questione morale che ormai tristemente ci caratterizza come paese, difatti da Nord a Sud si sviluppano politiche di clientelismo fra amministratori locali e diversi gruppi di potere a partire dalla criminalità organizzata, il tutto ai danni dell’ambiente che ci circonda e dunque della collettività.

Proprio per questo partendo dalla questione ambientale si intravede una possibilità di profondo rinnovamento per il nostro Paese e non solo.

Pertanto sarebbe sbagliato etichettare questa lotta come una semplice lotta generazionale fra coloro che hanno ereditato questo mondo e le future generazioni che lo erediteranno, al contrario questa è una lotta “intragenerazionale” in quanto questa lotta è uno scontro tra due forze distinte e contrapposte, delle forze conservatrici e reazionarie (Vedasi Trump, Bolsonaro e Putin) che intendono preservare l’attuale status quo e i meccanismi di potere che da questo derivano, e delle forze progressiste e ambientaliste che al contrario intendono cambiare radicalmente e dunque rinnovare l’attuale modello di società.

Ed è proprio compito di quei partiti e movimenti politici che fanno riferimento a questa seconda area, aprirsi al dialogo con tutti i movimenti ambientalisti che si sono venuti a formare (formati in gran parte da giovani) per lasciarsi dunque contaminare dalla loro energia e volontà di rinnovamento della società, è solo in questo modo che questi partiti potranno giungere ad un autentico rinnovamento e così finalmente interpretare le lotte dei movimenti ambientalisti traducendole in una proposta politica comune che partendo dall’ambiente abbracci le varie tematiche ancora irrisolte di cui abbiamo parlato in precedenza e che si ponga l’obiettivo del raggiungimento di un effettivo rinnovamento del nostro Paese, delle sue Istituzioni e del mondo che lo circonda.

 


 

Fridays for future Napoli
#FFF
#FridaysForFuture
#Amazzonia
#èViva

 


Newsletter


Registrati per restare informato sulle attività di èViva





Aiutaci a migliorare il sito.  Contatta l’amministratore per sagnalare eventuali malfunzionamenti o per suggerire consigli e miglioramenti.